Parco Nazionale di Butrint

Parco Nazionale di Butrint

Nel Parco Nazionale di Butrint si respira un’atmosfera magica, creata da una rara combinazione di archeologia, monumenti, tradizione e natura.

Situato a Saranda, il parco si estende in una superficie di 9.424 ettari, dove ammirare le rovine di diverse culture e tradizioni antiche.

L’antica città di Butrint si trova all’interno di queste foreste, una vera e propria giungla subtropicale, dominata da alti alberi e allori. 

Il parco è il primo sito albanese ad essere inserito nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’UNESCO nel 1992 e protegge la città, costituendo un’importante attrazione turistica.

Nel Parco Nazionale di Butrint si trova una combinazione di laghi d’acqua dolce, zone umide, saline, pianure aperte e isole per oltre 90 km². 

L’area protetta gode dal 2003 dello status di zona di importanza internazionale, “RAMSAR” ed i suoi splendidi monumenti ben conservati riflettono una lunga storia.

Butrint è una delle destinazioni simbolo dell’Albania, non puoi visitare il paese senza fermarti in questa meravigliosa città antica. 

Lo stato attuale del sito archeologico racchiude testimonianze di diversi periodi coloniali, attraversati nella storia.

 

Viaggio nelle meraviglie di Butrint

L’antica città di Butrint oggigiorno, costituisce la meta turistica e culturale più visitata del paese delle aquile. 

Quello che Butrint offre oggi, è un viaggio straordinario lungo le epoche della storia, le cui origini risalgono nel VIII secolo a.C. 

La città di un tempo e il suo patrimonio, conserva una testimonianza unica di cultura e civiltà ellenistica, romana, bizantina, veneziana e ottomana. 

È l’intreccio tra monumenti storici e culturali, della natura e del paesaggio, che rende unico il Parco Nazionale di Butrint. 

La zona è considerata molto variegata in termini di flora e fauna, dove si contano 800 specie vegetali, 16 delle quali in via di estinzione e 12 come specie rare. 

Il museo dell’antica città riaperto nel 2005 nel castello dell’acropoli presenta una panoramica cronologica della storia di Butrint, dall’età del bronzo al medioevo

I principali monumenti all’interno del Parco Nazionale di Butrint sono l’acropoli, il teatro e le terme con il battistero paleocristiano.

  • La città è circondata da una cinta muraria, che corre parallela a un canale e dominata da una torre romana e da un torrione veneziano.
  • A ridosso del teatro, vi sono le rovine di un tempio consacrato a Esculapio.
  • Le terme romane risalgono al IV sec. a.C. dove qualche secolo più tardi, al loro interno, venne eretto un battistero, con splendide pavimentazioni a mosaico.
  • La basilica di origine romana fu trasformata in chiesa cristiana e ricostruita nel IX sec. A. C. e sono intatti i mosaici pavimentali della navata e dell’abside

Come arrivare?

Il Parco Nazionale di Butrint dista circa 17 km da Saranda, percorribili in circa 25 minuti.

Il parco di Butrint si trova molto vicino alle spiagge incantevoli di Ksamil, che sono diventate la meta turistica preferita dei turisti europei.

La strada per arrivare offre panorami mozzafiato lungo la splendida costiera del Mar Jonio.