Berat

Berat

Berat si trova nella zona sud est dell’Albania, una città millenaria, Patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 2008 è l’orgoglio dell’architettura albanese.

Con una superficie di 380 km quadrati e circa 66.000 abitanti si trova a 120 km da Tirana, la capitale dell’Albania.

La città di Berat mostra è una testimonianza della pacifica convivenza di varie religioni ed una combinazione di culture e tradizioni secolari.

Nel Medioevo viene conquistata dai turchi ottomani per poi passare sotto il controllo  del clan dei Muzaka, per poi tornare sotto i turchi.

Il titolo Patrimonio dell’Unesco ha permesso alla città di divenire una destinazione turistica internazionale e di essere inserita negli itinerari di numerose guide.

Il centro storico di Berat riflette la tradizione abitativa dei Balcani, con le case accastellate l’una sull’altra, dove perdersi e lasciarsi stupire.

Berat è considerata la città più pittoresca dell’Albania, con panorami mozzafiato in ogni suo angolo, da scoprire lentamente.

 

Cosa vedere e fare a Berat?

Chiedersi cosa fare e vedere a Berat, sembra scontato per chi già conosce questo raro esempio della città ottomana, molto ben conservata.

A renderla speciale sarebbe il suo mix di culture e tradizioni orientali ed occidentali, in quanto Berat ha una lunga storia secolare ed una delle città albanesi più antiche.

Mangalem e Gorica, i due storici quartieri situati sulle sponde opposte del fiume Osum e con la loro architettura la città assomiglia ad un grande ricamo.

Possiamo elencare alcune attrazioni da vedere e cosa fare a Berat:

Il Castello di Berat, una fortezza risalente al IV secolo a.c, costruita con grandi pietre squadrate su una collina rocciosa vicino al fiume Osum.

  • Chiesa di San Teodoro, una chiesa ortodossa diventata Monumento Naturale nel 1948
  • Chiesa della Santissima Trinità, una chiesa bizantina medievale, tra le meglio conservate in Albania
  • Museo Nazionale Onufri, risalente al 1797 si trova nel cuore della città di Berat, dove sono esposti i dipinti religiosi del pittore albanese Onufri del XVI secolo
  • Museo Etnografico, un edificio con un’architettura del XVIII secolo, dove si trova una collezione di oggetti che rappresentano la cultura folcloristica di Berat
  • La chiesa di San Michele, molto pittoresca e la Grotta di San Michele, raggiungibile tramite un sentiero in salita
  • Il Ponte di Gorica, che collega i due quartieri di Mangalem e Gorica, ricostruita nel XVIII secolo è ricoperta in eleganti pietre bianche ed impreziosita da sette archi

Senza dimenticare le numerose moschee da visitare assolutamente in questa splendida città.

 

Come arrivare?

La città di Berat si trova a 120 km da Tirana e si può arrivare in taxi oppure con un noleggio auto da tre città dell’Albania:

  • Da Tirana, atterrando all’aeroporto di Rinas, per poi successivamente procedere per Berat
  • Da Durazzo, sbarcando al porto di Durazzo con traghetti da Bari, Brindisi, Ancona e Trieste e partire per Berat
  • Da Valona, dove una volta arrivati al porto di Valona con traghetti da Bari, Brindisi ed Ancona si prosegue verso Berat